Menu

Per un'introduzione a Filosofia e cittadinanza

Di seguito riportiamo l'introduzione all'antologia fornita agli studenti della II edizione della Scuola "Mario Alcaro" che si svolge nei mesi di febbraio-maggio 2014 nel Liceo Scientifico "Euclide" di Bova Marina, nei Licei Scientifico "Zaleuco" e Classico "Ivo Oliveti" di Locri e nel Liceo Scientifico "Mazzone" di Roccella - Gioiosa Jonica. La Scuola raggiunge oltre 700 studenti, coinvolgendo gli allievi dell'ultimo triennio. 

Questa antologia raccoglie alcune celebri riflessioni che hanno segnato la storia del pensiero a proposito del rapporto fra filosofia e cittadinanza. Essa si colloca nell’ambito della seconda edizione della Scuola “Mario Alcaro”, diretta da Giuseppe Cantarano e organizzata dall’Associazione Culturale “Scholé”, presieduta da Salvatore Scali.

La Scuola presenta un percorso di approfondimento su un tema chiave del dibattito contemporaneo, le cui linee di ricerca coniugano il linguaggio filosofico con quello politico. L’esigenza di ripensare alla dimensione politica della vita scaturisce dall’indebolimento che oggi patiscono gli Stati nazionali, i partiti e l’esperienza collettiva rimasta orfana di una rappresentanza capace di soddisfarne i bisogni.
Con la partecipazione ai seminari messi in programma e attraverso la lettura dei passi che seguono, l’idea è quella di contribuire a un’analisi delle forme della vita associata e di ciò che esse rappresentano per il soggetto tanto sul piano ontologico quanto su quello etico e politico. L’argomento mette radici nella speculazione dei pensatori della Grecia antica, nel binomio tra polis e individuo, segna inequivocabilmente l’età moderna con la dialettica tra utopia e realismo e con i concetti di giusnaturalismo e contrattualismo, e giunge fino a Kant e Hegel. Nell’ambito della filosofia contemporanea, le questioni si complicano sia in relazione agli eventi storici che hanno segnato indelebilmente l’esperienza umana nel secolo scorso, sia a causa del progressivo deperimento delle ideologie e delle istituzioni tramandate dalla modernità.
All’interno di questo orizzonte prospettico si ha la possibilità di esaminare le diverse concezioni della cittadinanza e della politica, mettendo in evidenza il carattere intrinsecamente storico delle categorie con le quali si costruisce la nostra soggettività singolare e sociale. La dimensione dell’individuo nel mondo può essere in tal modo sottoposta a un esame critico che getti le basi per la comprensione del nostro presente a partire dalla ricostruzione concettuale delle strutture fondanti il vivere civile.
La conoscenza delle nozioni di democrazia, giustizia, uguaglianza così come la partecipazione costruttiva alle azioni della collettività e il senso di responsabilità hanno bisogno di pratiche: la scuola è il luogo privilegiato per la loro realizzazione. La filosofia si è posta, fin dalla sua nascita, come discorso critico capace di intercettare i nodi problematici che intessono la trama del nostro vivere sociale: il percorso didattico che la Scuola “Mario Alcaro” intende sviluppare punta alla comprensione dei nodi concettuali che ne hanno segnato il cammino.

Intendiamo rivolgere un caloroso ringraziamento ai relatori che hanno accettato il nostro invito e fornito i materiali di studio raccolti in questa antologia, e ai presidi e ai docenti dei Licei per la preziosa collaborazione.

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
back to top

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se continui ad utilizzare questo sito accetti la cookies policy.