Menu

Il riconoscimento mancato: Hegel e la plebe

Scuola “Alcaro” 2020, al via gli incontri pubblici di filosofia nella sede di Scholé. Mercoledì 19 febbraio alle ore 18.00 interviene Fortunato Maria Cacciatore dell’Unical.


Vi sono strati della società – anzitutto e perlopiù le persone più povere ma il concetto vale anche per i super redditieri – che vivono senza lavoro e senza politica, rispetto ai quali lo Stato e l’economia non sanno che cosa fare. Includerli? E come? Molto spesso la soluzione consiste in politiche del controllo, per esempio attraverso un welfare poverissimo o per mezzo di assunzioni malpagate che anziché felicitare l’esistenza, finiscono per mortificarla. È la cosiddetta parte dei senza parte (Jacques Ranciere): stranieri, lavoratori precari, disoccupati… che Hegel racchiudeva sotto la nozione di plebe. Sarà questo il tema dell’incontro pubblico dal titolo Il riconoscimento mancato: Hegel e la plebe, a cura di Fortunato Maria Cacciatore (Università della Calabria). L’iniziativa rientra nel programma dell’ottava edizione della Scuola di altra formazione in filosofia “Mario Alcaro” e si svolgerà mercoledì 19 febbraio 2020 alle ore 18.00 nella sede di Scholé, in via Umberto I al numero 106 a Roccella. 
Cacciatore, che dirige la Scuola “Alcaro” insieme ad Arianna Fermani (Università di Macerata), sarà anche impegnato in una tre giorni di seminario sul concetto di lavoro in Marx, al Liceo Scientifico “Volta” di Reggio Calabria. La Scuola “Alcaro” 2020, dedicata al tema dell’Arché, coinvolge anche il Liceo Classico “Oliveti” di Locri e gode della collaborazione dell’Università di Macerata, con la quale Scholé ha già siglato un protocollo di intesa per favorire la cooperazione scientifica e la promozione della ricerca e della formazione fuori e dentro le scuole. «Siamo felici di aprire questa nuova stagione degli incontri pubblici di filosofia con Fortunato Cacciatore, che ci offre ancora una volta la possibilità di riflettere su questioni centrali del nostro presente usando gli strumenti del pensiero filosofico e in particolare di quello hegelo-marxista» - così commenta il Direttivo di Scholé.

Read more...

Incontro 26 marzo: "Apprendere dal passato, vivere il presente e prepararsi al futuro"

Torna a trovarci la Dottoressa Graziella Di Salvatore; dopo il seminario yoga tenuto l'anno scorso e il riscontro positivo che abbiamo avuto, abbiamo pensato insieme a lei di approfondire la nostra conoscenza delle filosofie orientali e dei loro rapporti con la filosofia occidentale. Per questo motivo sarà ospite dell'Associazione il maestro Amadio Bianchi (Svami Suryananda Sarasvati) che interverrà alla presentazione del suo libro Apprendere dal Passato, Vivere il Presente e Prepararsi al Futuro (ed. Spazioattivo),  il 26 marzo 2015 alle 18.30 presso la Sala del Consiglio Comunale di Roccella Jonica.

Read more...

Maurizio Migliori e “La saggezza degli antichi”. A Marina di Gioiosa Ionica

Quello gli incontri di febbraio  di Scholè nell'ambito della terza edizione della Scuola di Alta Formazione in Filosofia "Mario Alcaro". Questa volta sarà Marina di Gioiosa Jonica a ospitare uno degli incontri pubblici.

Dunque, mercoledì 18 l'appuntamento sarà nella Biblioteca "Mario Pellicano Castagna"  di Marina di Gioiosa Ionica, alle 18,30, dove, a dieci anni dalla presenza del filosofo Giovanni Reale nella cittadina locridea, Maurizio Migliori dell'Università di Macerata terrà una relazione dal titolo "La saggezza degli antichi". Ai saluti del sindaco Domenico Vestito seguirà l'introduzione di Vincenzo Tavernese (dottore in filosofia) e, quindi, l'intervento di Migliori, esperto del pensiero antico e in particolare di quello platonico.

Si tratta di una conversazione su un argomento che muovendo dalla tradizione classica saprà mostrare l'attualità del pensiero delle origini.

Read more...

"Che sapore ha la felicità?" 24 feb - Sala del Consiglio Comunale

Quello di febbraio è stato un mese ricco di iniziative per i compagni di pensiero dell'Associazione Culturale "Scholé" di Roccella Jonica: tre gli incontri previsti. Chiudiamo Martedì 24 febbraio con Arianna Fermani, dall'Università di Macerata. Il suo intervento nasce da una domanda inaspettata: Che sapore ha la felicità?, per trovare la risposta non poteva mancare un rimando alla nostra radice greca, si discuterà infatti del concetto di "fioritura dell'umano nelle riflessioni di Platone e Aristotele", l'incontro si terrà alle 18,30 nella sala del Consiglio Comunale di Roccella (l'ex Convento dei Minimi è inagibile causa lavori).

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se continui ad utilizzare questo sito accetti la cookies policy.