Logo
Stampa questa pagina

Giuseppe Cantarano

576350 380788775290515 759679601 n

Curriculum studiorum
 1986: Il 10. 03.: si laurea in Filosofia con 110/110 e lode presso l’Università “La Sapienza” di Roma. La preparazione e la stesura della tesi di laurea avviene presso l’Albert Ludwigs Universitat di Freiburg; inizia un lavoro di ricerca sulle forme dello sciopero, sotto la supervisione di Vittorio Foa;
1987: è borsista al corso del prof. H. G. Gadamer presso l’Istituto italiano per gli studi filosofici. Scuola di studi superiori di Napoli;
1988: inizia a collaborare alla “Rivista di studi filosofici Il Cannocchiale”, di Roma;
1989: entra a far parte del comitato di redazione della rivista mensile “Tempo Presente”, di Roma e inizia a collaborare alla rivista mensile “Leggere”, di Milano;
1990: inizia a collaborare alla rivista mensile “L’Indice”, di Torino; diventa segretario particolare di Pietro Ingrao;
1991: inizia a collaborare regolarmente alle pagine culturali del quotidiano “L’Unità”; entra a far parte del comitato di redazione della “Rivista di studi filosofici Il Cannocchiale”; diventa ricercatore presso il “Centro per la riforma dello Stato” ( Roma ), presieduto da Pietro Ingrao e diretto da Pietro Barcellona. Nel gruppo di ricerca del Crs si occupa di teoria della politica e dello Stato, partecipando nel corso degli anni a seminari e convegni nei quali è anche relatore;
1992: vince due concorsi di Stato per l’abilitazione all’insegnamento di Storia e filosofia nei Licei e di Materie letterarie; inizia a collaborare alle pagine culturali del quotidiano “L’Indipendente” dirette da Angelo Bolaffi; inizia a collaborare alla rivista “Democrazia e Diritto” di Roma; 
1993: diventa insegnante di ruolo in Storia e filosofia presso il Liceo Ginnasio di Sezze ( LT ); inizia a collaborare alla rivista mensile “Fuori Linea”, diretta da Fausto Bertinotti; entra a far parte del comitato scientifico della rivista “Democrazia e Diritto”;
1993-1996: svolge attività seminariali e di ricerca presso la cattedra di Filosofia politica dell’Università di Roma “Tor Vergata”;
1997-1999: lavora alla costituzione dell’archivio privato di Pietro Ingrao; 
2000: inizia a collaborare alle pagine culturali de “Il Giornale”;
2001: entra a far parte del comitato direttivo del “Centro per la filosofia italiana”;
2002: entra a far parte del comitato di redazione de “Il Contributo. Rivista di filosofia” “del “Centro per la filosofia italiana”;
2003: diventa segretario nazionale del “Centro per la filosofia italiana”; 
2004: diventa segretario della “Biblioteca dei filosofi italiani” del “Centro per la filosofia italiana” diretta da Massimo Cacciari; ottiene un riconoscimento speciale al Premio di Filosofia “Viaggio a Siracusa”, presieduto da Remo Bodei e Umberto Curi, con il libro La comunità impolitica;
2005: vince il Dottorato di ricerca in Teoria e storia della storiografia filosofica presso l’Università della Calabria – Dipartimento di Filosofia - e si mette in aspettativa dal Liceo per motivi di studio.
2006: svolge attività di ricerca e seminariali presso l’Università della Calabria – Dipartimento di Filosofia. Dove cura – insieme alla Direzione del Dottorato – un ciclo annuale di incontri con i filosofi italiani, che ha per tema la loro autobiografia intellettuale;
2008: nel mese di febbraio consegue il Dottorato in Teoria e storia della storiografia filosofica, discutendo la sua tesi con la commissione composta dai professori Gianfranco Dalmasso, Pio Colonnello e Aniello Montano;
dal 15 aprile è ricercatore presso il Dipartimento di Filosofia dell'Università della Calabria
Nel corso degli anni ha partecipato, in qualità di relatore e docente, a diversi seminari, lezioni, convegni nazionali e internazionali, organizzati dalla Società Filosofica Italiana, dal Centro per la Filosofia Italiana, dal Centro per la Riforma dello Stato e da una serie di Università e di istituti nazionali e internazionali di cultura. 
 
Interessi di ricerca
Studia il nichilismo nella filosofia italiana contemporanea nelle sue implicazioni politiche ed estetiche;
studia il fenomeno della spoliticizzazione e dell'antipolitica.
studia il rapporto tra comunità, nichilismo e individuo. 
Si occupa dell'idea di salvezza nella storia della filosofia e della spiritualizzazione del Politico
 
Premi ed altri riconoscimenti accademici
Il 26 marzo 2004 ha ottenuto un riconoscimento speciale al Premio di Filosofia "Viaggio a Siracusa" - comitato scientifico presieduto da Remo Bodei e Umberto Curi - per il libro La comunità impolitica. prefazione di Roberto Esposito;
 
Appartenenza a società e comitati scientifici
Direttore della Scuola Estiva di Alta Formazione in Filosofia “Giorgio Colli” di Roccella Jonica
Segretario nazionale del Centro per la filosofia italiana:
comitato di redazione della Rivista di studi filosofici "il cannocchiale";
comitato di redazione della Rivista del Centro per la filosofia italiana "Il contributo";
comitato di redazione della rivista "tempo presente";
comitato scientifico della rivista "democrazia e diritto"
membro del comitato scientifico della Scuola estiva di alta formazione in filosofia ( Roccella Jonica ), insieme a Massimo Cacciari, Gianni Vattimo, Umberto Curi, Roberto Esposito, Salvatore Natoli, Sergio Givone
 
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Template © Joomla Templates Designed by Capselling di Paolo Niutta

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se continui ad utilizzare questo sito accetti la cookies policy.