Menu
Alessandra Mallamo

Alessandra Mallamo

Segretaria dell'Associazione Scholé

Coordinatrice della Scuola Estiva di Alta Formazione in Filosofia "Giorgio Colli"     

Coordinatrice della Scuola di Alta Formazione in Filosofia "Mario Alcaro"

                

Scuola Estiva 2017

SCUOLA-RIVOLUZOONE-9 

 Rivoluzione

 Scuola estiva di altra formazione in filosofia "Giorgio Colli"

8a edizione

20 - 25 luglio 2017

Roccella Jonica (RC)

Remo Bodei / Pietro Montani / Manuela Ausilio / Fortunato Maria Cacciatore / Fabio Frosini / Guido Liguori / Geminello Preterossi / Domenico Losurdo / Roberto Finelli 

La Scuola è aperta a tutti, la partecipazione è libera e totalmente gratuita

potete contribuire alla sua realizzazione con il Think Sharing ottenendo in più numerosi vantaggi

La Scuola è organizzata da

Associazione Culturale Scholé - Centro studi filosofici

In collaborazione con:

Comune di Roccella Jonica | Istituto Italiano per gli Studi Filosofici | IISF Scuola di Roma

Direzione

Remo  Bodei, Salvatore Scali

Comitato scientifico

Mario Alcaro (†), Pietro Barcellona (†), Remo Bodei, Massimo Cacciari, Giuseppe Cantarano, Umberto Curi, Roberto Esposito, Sergio Givone, Fiorinda Li Vigni, Salvatore Natoli, Teresa Serra, Aldo Tonini, Gianni Vattimo

 
Il tema della Scuola Estiva 2017 ruota attorno al concetto filosofico e politico di "Rivoluzione". L'idea che farà da motore alle nostre giornate è quindi rivolta alla grande domanda umana sulla possibilità, sulla nascita del nuovo nella storia, sulla capacità di ridefinire il mondo e il genere. Un modo per intendere tale concetto implica, infatti, il riferimento all'azione trasformatrice, all'atto con cui un gruppo sociale o, in certi casi, un individuo singolo intervengono sulla realtà per produrre un cambiamento nelle abitudini e negli stili di vita. Rivoluzionaria è però anche un'idea, cioè un atto del pensiero, con cui si sovvertono convenzioni e schemi di ragionamento spesso dati per scontati, aprendo così alla novità intellettuale, all'invenzione, alla scoperta, alla creazione. L'idea di fondo è quella di provare ad articolare questa nozione secondo diversi modelli e linguaggi, che comprendono la storia della filosofia e la teoria politica, l'estetica e il cinema, l'antropologia e la fisica. 
I relatori, che animeranno le lezioni e le serate, insieme ad altri ospiti, ai partecipanti, e al gruppo di volontari che realizza l'iniziativa la Scuola Estiva, daranno vita, come sempre, alla grande e allegra comunità di appassionati di filosofia riunita a Roccella, quella che ormai tutti conoscono come "la tribù di Scholé" e che quest'anno vede nuovi modi di incontrarsi e confrontarsi grazie agli ormai istituzionalizzati inviti alla lettura e alla novità rappresentata dai laboratori!
In questo clima, il concetto di rivoluzione sarà al centro di un discorso critico e poliedrico, a partire dalla definizione di un termine tanto complesso (Bodei - 20 luglio). Si guarderà al presente, analizzando il fenomeno della rivoluzione digitale, del terrorismo, delle nuove identità e dei progetti di emancipazione che hanno segnato il Novecento. Soprattutto, si analizzeranno i grandi momenti rivoluzionari della storia moderna e contemporanea, focalizzandoli dalla prospettiva filosofica che ha tentato di volta in volta di comprenderli e agirli, fino a giungere al momento attuale: la filosofia speculativa Hegeliana per la Rivoluzione Francese che trasforma i capisaldi del pensiero (Losurdo - 24 luglio); sorprendentemente, la teoria del cinema sovietico per la Rivoluzione Russa (Montani - 21 luglio), e poi ovviamente l'imprescindibile riflessione sul tema prodotta da Antonio Gramsci (Giornata di Studi con LiguoriFrosiniAusilioCacciatore - 22 luglio). Significativamente è al filosofo sardo che è dedicata la giornata centrale della Scuola, perché sarà proprio Gramsci a fare da ponte per l'analisi di un'idea di rivoluzione che afferisca alla nostra contemporaneità(Preterossi - 23 luglio e Finelli - 25 luglio). Convinti come siamo che intorno alle nozioni di egemonia culturale, di riconoscimento, e di prassi fioriscano all'ombra di Karl Marx le categorie concettuali di un'etica rivoluzionaria adeguata ad agire il nostro tempo.
 
 

20 luglio

18.00 Minimi

Inaugurazione

Remo Bodei

Rivoluzione:trasformazioni della realtà e metamorfosi di un concetto ➝

22.00 Colonne

Pietro Montani

La rivoluzione digitale: nuove forme di esperienza del reale e delle relazioni umane 

21  luglio

9.00 Minimi

Pietro Montani

L'indice politico del cinema rivoluzionario. Le proposte dell'avanguardia sovietica 

16.00-18.00 Minimi

Laboratori ➜

18.30 Piazza Borgo

Invito alla lettura

22.00 Colonne

Remo Bodei - Geminello Preterossi 

Terrorismo e violenza nell'età della globalizzazione. 

Come rispondere?  

22 luglio

Gramsci e la rivoluzione 

9.00 Minimi

Guido Liguori 

Gramsci e la rivoluzione russa

Fabio Frosini

La storia della parola e del concetto di rivoluzione in Gramsci

18.00 Minimi

Manuela Ausilio

Rivoluzione e guerra di posizione

Fortunato Maria Cacciatore

Rivoluzione e questione nazionale-popolare in Gramsci 

23 luglio

9.00 Minimi

Geminello Preterossi 

Come è possibile pensare la rivoluzione oggi? 

16.00-18.00 Minimi 

Laboratori ➜

18.30 Chiostro San Giuseppe

Invito alla lettura "La struttura delle rivoluzioni scientifiche" di T. Kuhn 

a cura di Vincenzo Tavernese 

22.00 Colonne

Incontro serale

24 luglio

9.00 Minimi

Domenico Losurdo 

Hegel e la Rivoluzione 

16.00-18.00 Minimi 

Laboratori ➜

18.30 Chiesa Castello

Invito alla lettura

22.00 Colonne

Roberto Finelli e Domenico Losurdo 

Oriente a Occidente: i marxismi e le rivoluzioni 

25 luglio 

9.00 Minimi

Roberto Finelli

Rivoluzione e riconoscimento: al di là del paradigma amico/nemico 

21.00 Scholé

Cena Sociale di solidarietà

                          ***il programma è in corso di aggiornamento***


 

  

Giuliana Commisso

commissoGiuliana Commisso insegna Governance e sviluppo nel corso di Laurea Magistrale in Scienze, Cooperazione e Sviluppo del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università della Calabria. Ricercatrice confermata in Sociologia dei processi economici e del lavoro, è responsabile del Gruppo di ricerca su Governance dei Processi Economici. In passato ha avuto la titolarità dell’insegnamento di Teoria sociale dei rapporti capitalistici, ed ha svolto attività di ricerca comparata sull’industria automobilistica in Italia e in Gran Bretagna. Tra le pubblicazioni, il volume Soggettività al lavoro. Operai italiani e inglesi nel post-fordismo (Rubbettino 2004). Per l'editore Asterios ha pubblicato nel 2017 i due volumi La genealogia della governance. Dal liberalismo all'economia sociale di mercato Reddito di cittadinanza. Emancipazione dal lavoro o lavoro coatto (con Giordano Silvini). 

Stefano Petrucciani

petruccianiStefano Petrucciani è Professore ordinario di Filosofia Politica presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell‘Università di Roma "La Sapienza". Ha diretto il Dipartimento di Studi Filosofici ed Epistemologici e dal luglio 2010 dirige il Dipartimento di Filosofia. E' stato membro della Giunta della Società Italiana di Filosofia Politica, e dall'ottobre 2013 è Presidente della Società Italiana di Filosofia Politica. E' direttore responsabile della rivista "Politica e società", edita dal Mulino. E' autore di circa 160 pubblicazioni, numerosi suoi articoli sono apparsi in inglese, francese, tedesco, spagnolo.  Oggetto primario delle sue ricerche è stata la teoria critica della società della Scuola di Francoforte. Al pensiero di Adorno e Horkheimer Petrucciani ha dedicato un volume nel 1984 (Ragione e dominio, Roma 1984) e numerosi studi negli anni successivi. In tempi più recenti, ha curato diverse edizioni di testi di Adorno (Contro l‘antisemitismo, 1994; Il concetto di filosofia, 1999; Interpretazione dell‘Odissea, 2000; la nuova edizione di Dialettica negativa, Einaudi, Torino 2004; il corso Metafisica. Concetto e problemi e la nuova edizione di Terminologia filosofica, entrambi editi da Einaudi). Nel 2007 ha pubblicato il volume Introduzione a Adorno (Laterza, Roma-Bari 2007). In seguito Petrucciani ha studiato gli sviluppi della teoria critica della società nella direzione di un‘etica del discorso e di una teoria della democrazia deliberativa: ha pubblicato un volume sul pensiero di Karl-Otto Apel (Etica dell‘argomentazione, Genova 1988) e uno sulla teoria di Habermas (Introduzione a Habermas, Roma 2000). Nei suoi scritti, inoltre, Petrucciani ha toccato molti temi del dibattito filosofico-politico contemporaneo, tentando di contribuire all‘analisi di concetti politici come libertà, democrazia, socialismo, comunitarismo e altri (vedi il volume Modelli di filosofia politica, Einaudi, Torino 2003, traduzione spagnola 2008; in corso di traduzione in Brasile). Inoltre, Petrucciani ha dedicato numerosi studi al dibattito intorno al pensiero di Marx, e alla sua presenza nella discussione contemporanea (vedi Marx in America, con F. S. Trincia, Editori Riuniti, Roma 1992; Marx, Carocci, Roma, 2009; A lezione da Marx, manifestolibri, Roma, 2014). Nel 2015 ha curato l'opera Storia del marxismo, 3 voll, Carocci, Roma. Fa parte della direzione delle riviste: "La cultura", "Parole chiave", "Critica marxista" ed è corrispondente italiano della rivista "Actuel-Marx" (Paris, Presses Universitaires de France). è membro del comitato scientifico della Fondazione Istituto Gramsci.

Riccardo Bellofiore

bellofioreRiccardo Bellofiore è professore di Economia Politica al Dipartimento di Scienze Economiche  ‘Hyman P. Minsky’ dell’Università di Bergamo, dove insegna Economia Monetaria, Storia dell’Economia Politica e International Monetary Economics. I suoi interessi di ricerca includono la teoria marxiana del valore e della crisi, le tendenze del capitalismo contemporaneo, gli approcci endogeni alla moneta, la filosofia dell’economia. Fa parte del Comitato Scientifico dell'edizione italiana delle Opere Complete di Marx ed Engels e dell'International Symposium on Marxian Economic Theory. Oltre ad una monografia su Claudio Napoleoni (Unicopli 1991), ha curato, da solo o in collaborazione, volumi su Sraffa (Angeli 1986), von Mises (ESI 1999), Marx (Macmillan 1998, Palgrave 2004 e 2009; manifestolibri 2007; Città del Sole 2009, Editori Riuniti 2009), Luxemburg (Routledge 2009), l'operaismo (Edizioni Alegre 2008), Minsky (Elgar 2001; Bollati Boringhieri 2009), la globalizzazione (BFS 1998; Elgar 1999, Feltrinelli 2002). Per l'editore Asterios ha pubblicato nel 2011 i due volumi La crisi capitalistica, la barbarie che avanza La crisi globale, l'Europa, l'Euro e la Sinistra. Ha collaborato a varie riviste, tra cui Quaderni Piacentini, Primo Maggio, Unità Proletaria, Metamorfosi, l’Indice dei libri del mese, Nuvole, Altre ragioni, Vis-à-Vis, la rivista del manifesto, Critica Marxista, Alternative per il socialismo, l’Ospite Ingrato.  Collabora al quotidiano il manifesto. Con Giovanna Vertova tiene la pagina Facebook Economisti di classe.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se continui ad utilizzare questo sito accetti la cookies policy.