Menu

Mezzi e fini. Materiali per pensare 04: Baruch Spinoza

Trattato sull'emendazione dell'intelletto
Spinoza scrisse il Trattato nel 1659 con l'intezione di capire se ci sia qualcosa che possa essere considerata realmente il Bene e che quindi possa rendere felice chi la possiede. In questo brano riflette su quale può essere il fine che guida le nostre vite e su come il pensiero ci aiuta a perseguirlo.
Leggi tutto...

Mezzi e fini. Materiali per pensare 03: Salvatore Veca

 

Nello spazio dei fini

L'idea dello sviluppo umano come libertà delle persone si colloca nello spazio dei fini, cui ho fatto cenno sin dalle prime pagine. Ora, se accettiamo che la libertà, l'eguale libertà delle persone, è il valore politico che ha priorità, siamo naturalmente indotti a chiederci quanto ineguaglianze, disparità e differenze nelle condizioni e nelle capacità sociali, economiche, culturali rendano ineguale, a volte intollerabilmente ineguale, il valore che l'eguale libertà ha per le persone.

Leggi tutto...

Mezzi e fini. Materiali per pensare 02: Immanuel Kant

Il contributo di Kant alla Scuola Estiva 2015 è un brano tratto da La Fondazione della metafisica dei costumi (1785), che è il primo scritto dedicato dal  filosofo a una esposizione della sua teoria morale. Nel passo che proponiamo Kant spiega che l'imperativo categorico è il solo e unico principio a priori della ragione, che comanda alla volontà di essere buona in se stessa, cioè di agire prescindendo da qualunque inclinazione sensibile e da qualunque fine particolare, assumendo un punto di vista universale. 

 

Agisci in modo da considerare l'umanità come fine, e mai come semplice mezzo.

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Se continui ad utilizzare questo sito accetti la cookies policy.